Perché Alexandria Ocasio-Cortez è il futuro degli USA

Penso che sia sbagliato dire che ciò che sto proponendo sia polarizzare il Paese. Quello che stiamo vedendo ora è una classe dirigente creata dalle corporazioni e una piccola élite che ha imbavagliato il governo.

Alexandra Ocasio-Cortez

Joe Biden è stato appena eletto Presidente degli Stati Uniti d’America, ma probabilmente di lei ne avete sentito parlare poco o nulla. In Italia eh, dove le maggiori testate riportano che AOC fa parte dell’ala radicale dei Dem. Sipario: That’s All Folks!

Alexandria Ocasio-Cortez, 31 anni e leader alla Camera della sinistra “progressista”, appena rieletta è stata subito chiara con il suo partito: bisogna lavorare per risolvere i problemi interni ma soprattutto quelli dei cittadini. Attenzione all’endorsement con Nancy Pelosi: AOC ha l’occhio puntato sulla Casa Bianca.

AOC ha detto chiaramente a Biden che i progressisti non sono il nemico interno a cui guardare in questi 4 anni, ma anzi sono una risorsa da sfruttare: e lo ha fatto riportandi chiaramente dei dati reali, veri e anche tangibili.

La famosa “Base” richiamata da Alexandria Ocasio-Cortez

Le comunità vengono abbandonate, quando il razzismo è un problema vero. Ci vogliamo far eleggere ma poi il problema non lo vogliamo affrontare, i miei colleghi devono capire che noi progressisti non siamo il nemico.

Alexandria Ocasio-Cortez, intervista al NY Times, 07-11-2020

Gli anni della competenza

Uno degli elementi balzati alla cronaca in queste Presidenziali è stato sicuramente il voto postale, storicamente bollato ai Democratici. Questo punto di vista, secondo AOC, è un elettorato su cui bisogna si puntare, ma guardando avanti.

Nel 2020, ma soprattutto negli USA, la sponda “Left” non può continuare a contare solo su un elettorato nel quale i principali punti di riferimento sono la tv generalista e la posta: bisogna incentivare le persone al progresso, a partire dall’interno del partito.

La competenza digitale nel 2020 è entrata di diritto nella necessità del singolo individuo: negli USA si è visto chiaramente in questa campagna elettorale chi ha “costruito” gran parte della narrazione politica attraverso i social network. AOC è anche su Twitch, così, per la cronaca.

Il nostro partito non è nemmeno online, non in un modo reale che mostri competenza. E quindi, sì, erano vulnerabili a questi messaggi, perché non erano nemmeno sui mezzi di comunicazione dove questi messaggi erano più potenti. Certo, si può indicare il messaggio, ma erano anche dei bersagli facili. Erano un bersaglio facile.

Alexandria Ocasio-Cortez, intervista al NY Times, 07-11-20

Il Climate Change rimane uno dei perni della Ocasio-Cortez, in ottica globale ma con la lente d’ingrandimento sugli effetti che sta causando anche negli USA: l’aria irrespirabile del Bronx o i minatori del West Wirginia che muoiono di cancro sono solo alcuni dei fattori figli di politiche ambientali non mirate. L’obiettivo è avere emissioni ZERO in 10 anni.

Come possono pensare che AOC sia anche lontanamente additabile a Donald Trump e ai suoi sostenitori? Joe Biden sta davvero pensando che lei possa anche solo avere mezza idea in comune con i sostentitori di QAnon? Nell’era dove la competenza deve vigere nel pensiero politico, questa remissione dei Democratici di vecchio stampo non è accettabile.

Il modus operandi di Ocasio-Cortez con vista USA 2024?

“No matter how much preparation you have, you also need to be willing to throw everything out the window” .

Alexandra Ocasio-Cortez, intervista alla CNBC, 25-08-2020

Non ragionamenti schematici, non cose da sapere a memoria. AOC definisce i Post-It come “i modelli su cui io posso cambiare il mio ordine di idee, seguendo una linea coerente, ma allo stesso tempo li posso buttare fuori dalla finestra in un attimo perchè mi rendo conto che sto sbagliando”.

La flessibilità è un suo punto di forza, in politica devi saperti adattare velocemente allo speech, al discorso oltrechè al confronto, chiedere ai Democratici alla Camera.

Non è una psicologa, ma studia perennemente il linguaggio del corpo, la comunicazione e il comportamento dei politici: fondamentale il portamento, soprattutto per quanto riguarda gli uomini.

I compromessi fanno parte della politica, ma AOC è disposta a farli solo se il modo (attenzione, non il fine) sarà quello corretto, e per questo bisogna mettere tutti i mezzi a disposizione del Partito e dei cittadini: l’assistenza sanitaria pubblica gratutita individuale, è un enorme primo passo.

Il background giovane della Ocasio-Cortez deve e può portare aria nuova, ma non dimentichiamoci che i giovani americani e non, hanno già una enorme esperienza di eventi storici alle spalle: la guerra in Iraq, l’11 settembre, la Crisi Economica del 2011 e ora la pandemia mondiale di Coronavirus non sono barzellette che si leggono sui libri. Da non sottovalutare affatto.

Chiediamo una sola cosa alla stampa italiana: su di lei i titoli clickbaiting non fanno effetto, non è paragonabile a nessun politico sulla attuale scena del Belpaese. Trattatela con i guanti, perchè in qualsiasi modo la si pensi, Ocasio-Cortez è l’avamposto di un’aria nuova della politica mondiale.

Questo è il video della Campagna di AOC per la sua candidatura alla Camera: non solo le parole, ma i pensieri, il modo di fare e le idee chiare sono già una probabile preview di una sua candidatura a USA 2024.

Se succede, non dite che non ve l’avevamo detto.

(Foto di copertina da The Conversation)

Condividi!

Lascia un commento