Come ben sappiamo da domani sera inizia il tanto atteso EURO2020 con tanto di partita inaugurale a Roma: l’avversaria degli Azzurri sarà la temibile Turchia e saranno presenti circa 20.000 spettatori allo Stadio Olimpico.

Negli ultimi giorni però è sorto il problema per i tifosi turchi, che anche se muniti di regolare biglietto e tampone (o vaccino) non potranno assistere ad Italia-Turchia. Perché?

Caos biglietti per Italia-Turchia: le motivazioni

Tutto questo alimenta i già non idilliaci rapporti tra Italia e Turchia dopo le dichiarazioni di Mario Draghi contro il premier turco Erdogan: la motivazione però è molto più “semplice” del previsto.

In un’Ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza il 14 maggio 2021, risulta che “i cittadini non provenienti dai paesi aderenti all’Area Schengen non possono approdare in Italia se non per comprovati motivi di salute, studio, lavoro o ricongiungimento familiare“.

Molti tifosi turchi ovviamente si sono visti tagliati fuori nonostante biglietto regolare con tampone e/o vaccino, e ad Ankara non l’hanno proprio presa benissimo.

I tifosi turchi hanno manifestato sotto l’Ambasciata e anche ad Ankara contro la misura imposta dal Governo Italiano.

Ai cittadini turchi invece che sono residenti in Italia o nell’Unione Europea muniti di tutto l’occorrente per accedere allo stadio, sarà permesso l’ingresso all’Olimpico per sostenere la propria nazionale.

La tensione a Roma è altissima a poche ore dall’inizio: si temono scontri tra tifoserie organizzate all’esterno dello stadio, l’ordine pubblico è monitorato ora per ora, ma il disguido governativo poteva essere evitato.

E giusto per “provocare” ulteriormente la Turchia, la UEFA ha designato come “quarto uomo” la francese Stephanie Frappart: altra benzina sul fuoco.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *