Il dragone verde

In vista della conferenza internazionale sul clima, che si terrà a Glasgow i primi di novembre, John Kerry e Xie Zhenhua (rispettivamente, inviato speciale per il clima dell’amministrazione Biden e del governo cinese) si sono incontrati a Shanghai per fissare i comuni obiettivi della lotta al riscaldamento globale.

America

Gli USA, da poco rientrati negli accordi di Parigi del 2015, hanno esplicitato la volontà di incrementare l’energia rinnovabile sei volte più velocemente rispetto ad oggi; lo stesso vale per l’eliminazione del carbone (anche l’UE), ma non si sono sbilanciati nell’esporre le modalità.

Cina

Al contrario, la Cina ha annunciato una serie di riforme che la porteranno a raggiungere il carbon neutral (= processo di riduzione e compensazione delle emissioni di CO2) entro il 2060.

Un obiettivo ambizioso quello del gigante asiatico, che in passato spiccava per danni ambientali con un settore agricolo incentrato principalmente su pesticidi e una produzione di energia basata al 70% proprio sul carbone.

Nel 2013, però, si era registrato un drastico cambio di marcia con un piano di rivoluzione energetica, che ha portato, appena tre anni dopo, alla conversione di 8,8 milioni di ettari di deserto in terra verde.

Fonte: ANSA

Lo scorso 12 dicembre, il Presidente Xi Jinping ha annunciato che la Cina incrementerà l’uso delle energie alternative del 25% come fonti primarie, impegnandosi nel riformare le zone rurali e combattere l’inquinamento delle industrie.

Giappone

A far discutere, però, è il Giappone. La decisione di versare nell’Oceano Pacifico l’acqua utilizzata per raffreddare i reattori danneggiati della centrale di Fukushima ha suscitato le proteste di Cina e Corea del Sud.

Gli Stati Uniti, al contrario, hanno elogiato la chiarezza decisionale giapponese, dato che l’operazione è stata approvata anche dall’AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica).

Foto di EPA/JEON HEON-KYUN, via ANSA

Si può solo sperare che, in vista della conferenza Onu sul clima, vengano adottate misure volte ad arginare e combattere i danni ambientali.

Condividi!

Lascia un commento